14° Giornata: Santos Trieste - rtm living CUS Trieste 73 - 64

da "Megabasket" di Sabato 19 gennaio 2019

Sesta di fila per il Santos, il Cus cade ad Altura

Il team di Andrea Gregori gioca bene di fronte al proprio pubblico, mettendo in evidenza Paolo Crevatin e Girotto.

Vince e consolida il terzo posto in classifica il Santos Trieste: nel venerdì sera in quel della “Don Milani”, il team di Andrea Gregori inanella la sesta vittoria consecutiva, imponendosi 73 – 64 nel derby triestino con il Cus. Più quindici all’andata per gli universitari, con il Santos che vuole riscattare la prima gara e possibilmente ribaltare lo scontro diretto: il Cus si presenta con nove effettivi, riuscendo a recuperare Mamprin e Martinuzzi, mentre coach Gregori tiene fuori Romano per rotazioni.L’inizio è traumatico per i locali, visto che il Cus si presenta con un perentorio 0 – 8 con due triple a firma Gallocchio: immediato time out e pronta reazione del Santos, che grazie alla vena di Paolo Crevatin (11 punti nel frangente) e di Fatigati riesce a ribaltare il risultato e a firmare un parziale di 20 – 7 che porta a cinque lunghezze il proprio margine di vantaggio. Nel secondo periodo, il Cus accusa il colpo: il team di Abad subisce un altro break, questa volta di 9 – 1, con il Santos che gioca benissimo e non sbaglia praticamente niente. I locali si portano al massimo vantaggio di +13, sul 29 – 16, ma a questo punto arriva la perentoria reazione della squadra gialloblù: un pò più di aggressività e intensità, sia in difesa che in attacco, con maggiore gioco di squadra, ed ecco che arrivano le cose migliori per un Cus che, con Martinuzzi e Spangaro sul parquet, regala emozioni ai propri tifosi e si riporta a meno due quando suona la sirena del ventesimo.Al rientro dagli spogliatoi, si continua a giocare in equilibrio: ancora Gallocchio dal perimetro e un paio di realizzazioni di Lazzari sono preziose, ma il Santos non si fa superare e tiene botta, grazie allo spirito di sacrificio dei vari NaciniCumbat e di un Girotto (14 punti) davvero concreto nei pressi del ferro ed efficace anche dalla media distanza. Il margine rimane sempre molto sottile: +3 Santos alla fine del terzo quarto, poi nell’ultima frazione il Cus Trieste si scioglie. La lucidità viene meno nelle file della compagine di Abad e, sul 66 – 60, gli ospiti subiscono un parziale di 7 – 0 che chiude la pratica. Nel finale, il Cus riesce almeno a mantenere intatta la differenza canestri, mentre il Santos trionfa di fronte al proprio pubblico ed esce fra gli applausi, imponendosi per 73 – 64 e ottenendo il sesto sigillo di fila. 
SANTOS TRIESTE – CUS TRIESTE   73 – 64
Santos Trieste: Bettin 4, Dellavalle ne, Nacini 2, Cacciatori 7, Dolce 2, Crevatin G. 11, Cumbat 2, Girotto 14, Bolle ne, Spanghero 6, Fatigati 8, Crevatin P. 15. All. Gregori
Cus Trieste: Mamprin 3, Gallocchio 15, Lazzari 14, Martinuzzi 12, Spangaro 4, Zanini 12, Marsiglia ne, Macoratti, Colmani 4. All. AbadParziali: 20-15; 39-37; 57-54
Arbitri: Penzo e Visintini A.

 

Per vedere i risultati, le classifiche e le foto   clicca qui

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

OK Informativa estesa cookie